comunicato n. 1 del 28 luglio 2017

Si è riunito oggi, sotto la presidenza del Presidente Vincenzo Cotugno, il Consiglio regionale del Molise. In apertura di seduta ha prestato giuramento davanti all’Assise il Garante Regionale dei Diritti della Persona, Leontina Lanciano, eletta dall’Assemblea legislativa lo scorso 11 luglio.

La Garante Lanciano, rivolgendo un indirizzo di saluto ai Consiglieri e ai componenti della Giunta, ha evidenziato come sarà suo intento assolvere al proprio  compito con correttezza, equilibrio ed equità, “anche perché –ha sottolineato - si tratta di una funzione piuttosto complessa e molto delicata in quanto si rivolge principalmente alla fascia della popolazione più vulnerabile”. La Lanciano, infine, ha confermato il suo impegno per la prevenzione del disagio minorile, per la tutela dei diritti dell'infanzia e per la garanzia dei diritti dei privati cittadini nei confronti di eventuali comportamenti non idonei delle Pubbliche Amministrazioni.

Il Presidente Cotugno nel saluto rivolto alla neo Garante a nome di tutto il Consiglio Regionale, augurandole buon lavoro, ha ricordato come nell’importante ruolo che è stata chiamata a svolgere la Lanciano “dovrà affrontare ambiti delicati e vitali, in un contesto sociale, sempre più bisognoso di tutele e garanzie; di qui l’auspicio che i risultati positivi possano raccontare le azioni a discapito delle ingiustizie, delle prevaricazioni e dell'indifferenza”.

 

Il Consiglio ha quindi approvato all’unanimità la legge regionale di iniziativa della Consigliere Lattanzio e del Presidente Frattura avente ad oggetto “Interventi in materia di obesità infantile e giovanile”.

Dopo l’illustrazione all’Aula della PDL da parte del Relatore, Consigliere Parpiglia, si è svolto il dibattito cui hanno preso parte, per esprimere apprezzamento e condivisione al provvedimento, i Consiglieri Lattanzio, Fusco Perrella, Manzo, Iorio e il Presidente Frattura.

“La legge –ha spiegato il Relatore Parpiglia- affronta un’emergenza che vede tutti impegnati in prima linea. Parlare oggi di bambini e giovani obesi o in sovrappeso comporta uno sforzo importante nel verificare con accuratezza tutte le variabili di un problema che investe tutti i paesi industrializzati del mondo e non solo”.

Con la nuova legge la Regione Molise, come si evince  dall’articolato, intende promuovere:

  • l’ideazione e la realizzazione di scuole all’aperto, di colonie marine e montane, diurne o permanenti e l’attività all’esterno delle aule scolastiche per un contatto materiale con la natura;
  • la sperimentazione di colture a scopo didattico al fine di produrre gli effetti del godimento della comunanza diretta con prodotti della terra;
  • un sistema di monitoraggio permanete per la raccolta e la pubblicazione di dati relativi all’epidemiologia,  ai  risultati relativi agli interventi posti in essere e ai progetti realizzati nel territorio regionale;
  • campagne informative e sensibilizzazione per i danni causati alla salute da diete ad elevata densità energetica con presenza marginale di frutta e di verdura;
  • programmi di educazione nutrizionale e al gusto rivolto ai minori di età, ai genitori, agli insegnati e ai soggetti che a varo titolo e modo si occupano della cura dell’infanzia e dell’adolescenza;
  • iniziative finalizzate a migliorare il livello qualitativo dell’alimentazione nelle mense scolastiche, nei distributori automatici e nei servizi di ristorazione delle strutture sanitarie e di accoglienza destinate ai bambini e ai ragazzi;
  • misure di contrasto alla povertà e marginalità sociale per garantire uguale accesso a sane scelte alimentari.

A tal fine è prevista l’istituzione della “Commissione regionale per l’obesità infantile e giovanile”, il “Registro regionale dell’obesità infantile e giovanile” e l’ “Osservatorio regionale sull’obesità infantile”.

È poi fissata per il mese di ottobre di ogni anno la “settimana dell’alimentazione Moli-sana” con l’obiettivo di svolgere attività d’informazione, di sensibilizzazione e di promozione di sane e corrette abitudini alimentari nei bambini e negli adolescenti. Evento che dovrà coinvolgere direttamente  le famiglie e le associazioni di volontariato attive sul territorio.

In sede di prima applicazione è prevista, per il triennio 2017-2019, una dotazione finanziaria complessiva 90 mila euro (30 mila euro l’anno). A tal proposito il Consiglio ha votato un Ordine del giorno, a firma dei Consiglieri Fusco Perrella, Ciocca, Di Nunzio, Iorio, Cotugno, Manzo, Frattura, Federico, Ioffredi, Lattanzio, Parpiglia e Micone, che impegna la Giunta regionale “ad adoperarsi per il reperimento di maggiori risorse da destinare all’attuazione delle finalità della legge appena votata”.

 

L’Assemblea ha anche approvato a maggioranza (hanno votato contro i Consiglieri Niro, Manzo e Federico, si sono astenuti Totaro, Fusco Perrella, Iorio e Cavaliere), il “Rendiconto del Consiglio Regionale relativo all’anno finanziario 2016”. Ha svolto la relazione di presentazione all’Aula il Presidente della I Commissione Di Nunzio.

 

L’Assise, dopo aver respinto una pregiudiziale tecnica del Consigliere Niro a seguito di alcune delucidazioni e precisazioni fornite in merito dal Presidente Frattura, ha poi approvato a maggioranza (hanno votato contro i Consiglieri Cavaliere, Iorio, Fusco Perrella, Manzo e Federico; si è astenuto Totaro) la “Variazione al Bilancio regionale di Previsione per l’Esercizio finanziario 2017 e Bilancio pluriennale 2017-2019”. Ha svolto la relazione illustrativa il Consigliere Di Nunzio.

 

Il Consiglio ha quindi approvato all’unanimità una mozione presentata dai Consiglieri Federico e Manzo avente a oggetto l’ “isola ecologica sita nel comune di Caste San Vincenzo”. Il provvedimento impegna il Presidente della Regione a “verificare, insieme alle competenti strutture, le fasi autorizzative e la possibilità di prolungare i tempi della rendicontazione dei fondi assegnati; il tutto avviando un tavolo tecnico di confronto con il Comune capofila del progetto, Castel San Vincenzo, e gli altri enti locali coinvolti, al fine di scongiurare la costruzione dell’isola ecologica nel punto già individuato, indicandone un altro o promuovendo una gestione associata del servizio al fine di addivenire alla realizzazione di un unico sito per il conseguimento degli obiettivi progettuali”.

 

L’Assemblea, a conclusione dei lavori, ha approvato, sempre all’unanimità, la proposta di legge di iniziativa della Giunta che opera delle modifiche tecniche e integrazioni alla legge regionale del 29 dicembre 2016 n. 23 recante disposizioni regionali in materia di promozione sportiva. Ha reso la relazione illustrativa la Consigliera Lattanzio.

a cura dell'Ufficio Comunicazione Pubblica del Consiglio Regionale del Molise

Data: 
Venerdì, 28 Luglio, 2017

Realizzato da . Copyright 2001-2017.