Fondovalle del Tappino, Ciocca sollecita la messa in sicurezza dell’importante arteria stradale

BIG.jpg

Ripristinare le indispensabili condizioni di sicurezza della SS 645 e provvedere con estrema urgenza alle opere di regimentazione delle acque per risolvere l’annosa frana di Pietracatella. Lo chiede il presidente della Terza Commissione consiliare di Palazzo Moffa, Salvatore Ciocca, anche in vista dell’incontro di mercoledì 7 maggio che coinvolgerà i sindaci dei Comuni interessati.

«Su questi argomenti - dice il presidente Ciocca - ho inteso intervenire fin dallo scorso mese di novembre chiedendo all’Anas l’immediato avvio dei lavori di messa in sicurezza. Opere di prioritaria importanza, bloccate da tempo; ho rappresentato, fin da subito, all'attenzione del capo compartimento, l’ingegnere Giannetti, il pericolo quotidiano che corrono ogni giorno centinaia di automobilisti».

«Come è noto – prosegue Ciocca - la SS 645, nella zona dei lavori sospesi, presenta viziosità planoaltimetriche e di tracciato. Le stesse che avrebbero dovuto essere eliminate proprio per scongiurare eventi luttuosi che troppe volte si sono registrati proprio in corrispondenza di quel tratto viario».

«Ribadisco, quindi – chiosa il presidente Ciocca - la mia piena disponibilità nei confronti dei sindaci e dei cittadini dell’area, la stessa che ho già manifestato loro fin dal novembre scorso quando ho rappresentato le esigenze del territorio ai vertici dell’Anas».

categorie: 

Realizzato da . Copyright 2001-2018.