Istituzione Centri diurni per i diversamente abili in Molise, presentata proposta di legge

BIG.jpg

Il Capogruppo dell’Italia dei Valori in Consiglio regionale, Carmelo Parpiglia, ha depositato una proposta di legge per la presa in carico delle disabilità intellettive e dell’autismo nell’età evolutiva. Il provvedimento è rivolto ai minori che evidenziano difficoltà significative nella sfera cognitiva, linguistica, motoria e nell’adattamento relazionale.

«La nostra regione – afferma Parpiglia – è sprovvista di strutture in grado di rispondere in modo adeguato alle esigenze dei soggetti portatori di disabilità che, con grande disagio, devono recarsi altrove. Tutto ciò, oltre a causare difficoltà per il disabile e la propria famiglia, determina un ingente incremento della mobilità passiva. Risorse che possono, invece, essere destinate per Centri diurni in Molise».

«Per questo motivo – continua il capogruppo dell'IdV – abbiamo depositato una proposta di legge per riqualificare gli interventi sociosanitari di presa in carico delle disabilità intellettive e dell’autismo nell’età evolutiva. Auspichiamo azioni volte a sostenere i diversamente abili e le loro famiglie. Approcci personalizzati che prevedono una presa in carico continuativa in strutture residenziali, semiresidenziali o in Centri diurni dedicati in cui, oltre all’integrazione scolastica, sarebbero garantite attività sportive e ricreative».

«Alla soddisfazione per il proficuo lavoro di sintesi tra forze politiche, struttura regionale, personale medico e associazioni – conclude l'esponente di Palazzo Moffa – vorrei aggiungere un ringraziamento ai colleghi firmatari della proposta: Cristiano Di Pietro, Angela Fusco Perrella, Salvatore Ciocca, Filippo Monaco, Domenico Di Nunzio e Giuseppe Sabusco. Con l’augurio che il testo possa essere approvato al più presto in Consiglio regionale».

categorie: 

Realizzato da . Copyright 2001-2017.