Il Presidente Niro incontra un gruppo di molisani provenienti dal Canada e dall'Argentina

“Nei paesi in cui ora risiedete, non senza difficoltà, avete trovato occupazione, alloggio, dignità e integrazione. Il vostro esempio assume un alto significato etico e simbolico non solo in riferimento all’esodo che ha dolorosamente depauperato la nostra terra di cittadini operosi, ma anche in riferimento al processo di integrazione nelle società di accoglienza, dove, in buona parte, i nostri molisani hanno guadagnato posizioni di riguardo, si sono meritati stima, onore e considerazione, dei quali siamo fieri ed orgogliosi. In questa società globalizzata, voi emigranti costituite senz’altro un esempio da ammirare oggi ai nostri immigrati che, numerosi, vengono a vivere in Italia e che faticano ad inserirsi e ad essere accettati, soprattutto in momenti di difficoltà economica come gli attuali. Da voi impariamo che l’integrazione rappresenta l’unica strada per unire, nel rispetto della legalità, come la stragrande maggioranza degli italiani nel mondo ha saputo fare in passato”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio Regionale, Vincenzo Niro, incontrando nella mattinata, nell’Aula Consiliare, un gruppo di vinchiaturesi nel mondo, ritornati in Molise per le celebrazioni dei cinquecento anni della Chiesa di Bernardino da Siena, e una rappresentanza di cittadini di Castropignano residenti in Canada, rientrati in regione per la Festa della Madonna del Carmine e la riapertura della Chiesa madre. “È dovere di noi Istituzioni -ha detto ancora il Presidente Niro- fare in modo che la vostra esperienza venga valorizzata al meglio e che la vostra identità culturale, di uomini e donne del Mezzogiorno, sia adeguatamente rispettata, apprezzata, amata”. Niro ha poi voluto ricordare come il Consiglio Regionale, da lui presieduto, ha approvato, proprio qualche settimana fa, la nuova legge sulla promozione dei rapporti con i molisani nel mondo. “Ci siamo dotati –ha spiegato-, in questo modo, di uno strumento ancora più efficace per riconoscere e sostenere le funzioni e le attività svolte dalle associazioni di molisani all’estero nella conservazione del valore dell’identità molisana”. Presenti all’incontro anche il Presidente della Giunta Regionale, Paolo Di Laura Frattura, l’Assessore Pierpaolo Nagni, il Consigliere con delega ai molisani nel mondo, Domenico Di Nunzio e il Presidente della III Commissione Consiliare, Salvatore Ciocca. Nel suo saluto il Presidente Frattura ha voluto, nel dare il benvenuto ai presenti nella loro terra e nel loro Molise, ricordare l’attivismo e l’impegno della Regione Molise nel tenere sempre vivo e saldo il rapporto con ciascun molisano residente all’estero. Il Presidente della Regione ha quindi sottolineato anche l’importante ruolo avuto dalle Amministrazioni comunali nel mantenere, nel tempo, i collegamenti con i loro rispettivi concittadini che vivono in varie parti del mondo. Hanno partecipato all’incontro anche il Sindaco di Vinchiaturo, Luigi Valente, e l’Assessore del Comune di Castropignano, Biagio Brunetti.

Realizzato da . Copyright 2001-2017.