Il Consiglio aggiornato a martedi prossimo, 15 settembre - In aula i lavoratori della Gam che hanno avuto un incontro con i Presidenti della Giunta, Frattura, del Consiglio, Niro e altri consiglieri.

E' stato aggiornato a martedi prossimo, 15 settembre 2015, alle ore 10,30, il Consiglio Regionale del Molise, tornato a riunirsi nella giornata di oggi, 8 settembre 2015, dopo la pausa estiva, per esaminare un ordine del giorno contenente 35 argomenti. L'assemblea, presieduta da Vincenzo Niro, in mattinata, subito dopo l'avvio dei lavori, iniziati con le rituali comunicazioni all'aula, è stata sospesa dallo stesso Presidente Niro in quanto la presenza dei lavoratori della Gam di Boiano, che volevano che la seduta iniziasse con una discussione sul lavoro e alla presenza del Governatore Frattura, assente per altro impegno istituzionale, non ha assicurato – ha detto Niro - “le condizioni per proseguire”.

Poco prima delle ore 13,30 il Presidente Niro,riaprendo la seduta, ha comunicato l'aggiornamento del Consiglio alle ore 16,00 e un incontro con i lavoratori e con il Presidente della Giunta Frattura alle ore 15,30. La riunione con i lavoratori si è tenuta regolarmente nel pomeriggio presso la sede del parlamentino in Via XXIV Maggio, alla presenza dei presidenti della Giunta, Frattura, del Consiglio, Niro, dell'assessore Facciolla, e di diversi consiglieri regionali. L'impegno assunto dagli amministratori, che ha fatto registrare un minimo di ottimismo, è stato quello di mettere in campo tutte le opportunità offerte dall'utilizzo dei fondi del PSR e dal decreto di riconoscimento dell'AREA DI CRISI da parte del Governo.

Entro la fine di questo mese di settembre, cosi come richiesto con nota del 2 settembre c.a., a seguito di un tavolo tecnico presso il Ministero della Economia, si dovrebbero avere sviluppi sulla delicata vertenza. Esaurito l'incontro, gli amministratori regionali si sono riportati nell'aula consiliare per riprendere la seduta sospesa in mattinata. Si è cosi proceduto, dopo la relazione del consigliere Salvatore Micone, a votare alla UNANIMITA' la convalida della elezione del consigliere Carlo Veneziale, subentrato all'assessore Massimiliano Scarabeo. Successivamente, su richiesta del consigliere Carmelo Parpiglia, si è votata alla unanimità l'anticipazione del punto 4 all'ordine del giorno “Proposta di legge n.105, di iniziativa dei consiglieri Di Pietro, Niro e Sabusco, concernente

”. Dopo la relazione tenuta dal consigliere Salvatore Micone e un invito alla “riflessione” su alcuni passaggi della proposta di legge del vice presidente della Giunta Petraroia , la consigliera Fusco Perrella, prima, e il presidente Niro, dopo, seppure con motivazioni diverse, hanno chiesto di rinviare l'argomento alla prossima seduta, quale primo punto in agenda. La richiesta di rinvio è stata votata alla unanimità.

Si è passati, poi, all’esame del primo punto in agenda, un ordine del giorno a firma dei consiglieri Fusco Perrella, Iorio, Sabusco e Micone, concernente “indirizzi in tema di razionalizzazione del sistema degli enti locali e di garanzia degli standard di erogazione dei servizi attribuiti per competenza”, la cui trattazione era stata rinviata nella seduta del 4 agosto 2015. La consigliera Fusco Perrella ha chiesto di unificare all’argomento, anche il punto 25, un altro ordine del giorno a firma sua e dei consiglieri Sabusco e Iorio, ad oggetto “Azioni a favore della salvaguardia della Biblioteca Provinciale >Albino> di Campobasso e del polo SBN della provincia di Campobasso”. Alla sua lunga e articolata relazione, su entrambi gli ordini del giorno hanno risposto il Presidente dell’esecutivo Frattura e il vice presidente Petraroia, manifestando il loro voto contrario in quanto sono attesi in proposito provvedimenti in itinere, ancora sul tavolo del governo, che dovrebbero dare uno sbocco alla materia. Dopo un breve intervento del consigliere Iorio, i due ordini del giorno sono stati respinti a MAGGIORANZA, con l’astensione dei consiglieri del Movimento cinque stelle, Manzo e Federico. Respinta, infine, sempre a MAGGIORANZA, anche la richiesta del consigliere Antonio Federico di anticipare il punto n.35 all’ordine del giorno “Mozione a firma dei consiglieri Federico e Manzo, ad oggetto >ricorso in via principale, ex art.127 comma secondo della Costituzione, alla Corte Costituzionale avente ad oggetto la legge statale n.107, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 15 luglio 2015>”.

E’ urgente parlarne – ha detto il consigliere Federico, in quanto il giorno 13 settembre scadono i termini per produrre il ricorso contro la legge conosciuta come “Buona scuola”. La maggioranza, come detto, ha respinto la richiesta. Prima di chiudere i lavori il Presidente Niro ha dato appuntamento ai capigruppo per la giornata di domani, 9 settembre, alle ore 12,30, per la programmazione dei lavori.

categorie: 

Realizzato da . Copyright 2001-2018.