Sintesi della seduta del Consiglio Regionale del 20 ottobre 2015

Si è riunito in mattinata il Consiglio Regionale che, sotto la presidenza del Presidente Vincenzo Niro, ha provveduto ad eleggere i rappresentanti della Regione in seno all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise. Sono stati eletti, all’unanimità dei presenti in aula, il Prof. Giampaolo Colavita e Fabrizio Cappuccilli, rispettivamente componente del Consiglio di Amministrazione e membro del Collegio dei Revisori dei Conti. L’argomento è stato anticipato, rispetto all’Ordine del Giorno, su richiesta del Consigliere Nico Ioffredi che ha evidenziato l’opportunità di procedere alla designazione, per evitare il commissariamento da parte del Ministero della Salute, essendo scaduti i termini entro i quali tali nomine dovevano essere fatte dall’Assise consiliare. Si sono espressi contro l’anticipazione e discussione dell’argomento, abbandonando l’aula e non partecipando alla votazione, i Consiglieri Angela Fusco Perrella e Michele Iorio, a nome dell’Opposizione di centrodestra, e Antonio Federico, a nome del Gruppo Movimento 5 Stelle, che hanno evidenziato, con varie sfumature, l’inopportunità di procedere a tale designazione, essendo lo stesso argomento non urgente ed indifferibile rispetto alla condizione di prorogatio dell’Ufficio di Presidenza. Condizione che, a giudizio delle Opposizioni, rendono appropriato affrontare ogni altro argomento ordinario non prima dell’elezione del nuovo Ufficio di Presidenza. All’inizio di seduta il Presidente Niro aveva illustrato all’Aula il contenuto di un parere del Direttore del Servizio “Consulenza Legislativa e Giuridica e Assistenza all’Assemblea, dott. Pasquale Iammarino”, richiesto dalla Consigliera Nunzia Lattanzio in sede di Conferenza Capigruppo, in merito alla “regolarità dell’esercizio dei poteri assegnati all’Ufficio di Presidenza e alle Commissioni permanenti nella presente fase in cui i predetti organi sono scaduti ed in attesa di ricomposizione”. Il Direttore Iammarino nel parere, che su disposizione del Presidente Niro, è stato consegnato in copia ad ogni Consigliere, ha evidenziato come l’art. 24 del vigente Statuto regionale, come il Regolamento interno, prevedono espressamente che l’Ufficio di Presidenza esercita le proprie funzioni fino all’elezione del nuovo organismo. “Inoltre –ha scritto ancora Iammarino- la prorogatio dell’Ufficio di Presidenza non è condizionata da alcuna clausola limitativa intesa a contenerne l’esercizio delle funzioni”. Richiamando anche tale parere, il Presidente Niro ha inteso procedere nell’esamina dell’argomento relativo all’Istituto Zooprofilattico. Il Consigliere Filippo Monaco, pur non entrando nel merito della discussione sui poteri dell’Ufficio di Presidenza, ha inteso egualmente non partecipare al voto sottolineando di voler mantenere un comportamento già tenuto in occasione di altre nomine da parte del Consiglio Regionale. E’ stata invece rinviata la discussione -primo punto all’Ordine del Giorno- relativa all’“Articolo 3, comma 16, del Decreto legislativo n. 118 del 2011 - modalità di ripristino del disavanzo di amministrazione generato dalla L.r. n. 5/2015 e dalla deliberazione di giunta regionale n. 420/2015 di riaccertamento straordinario dei residui”, in quanto la Prima Commissione ha ritenuto, come sottolineato dal Presidente Francesco Totaro, di voler approfondire la relazione dei Revisori dei Conti, giunta solo in mattinata, e chiarire quindi meglio i contenuti del provvedimento. Assente il Presidente della Giunta Regionale Paolo Di Laura Frattura, impegnato in un concomitante impegno istituzionale.

a cura della Comunicazione Pubblica del Consiglio Regionale

categorie: 

Realizzato da . Copyright 2001-2018.