Su richiesta del Presidente Cotugno la Conferenza delle Assemblee regionali si occuperà nella prossima seduta della salvaguardia della Corte d’Appello di Campobasso

All’ordine del giorno della prossima seduta della Conferenza delle Assemblee regionali ci sarà anche il problema della salvaguardia della Corte d’Appello di Campobasso. A chiedere la discussione su una tematica che sta catalizzando da mesi l’opinione pubblica molisana, il presidente del Consiglio regionale del Molise, Vincenzo Cotugno, sulla base della mozione adottata all’unanimità dal Consiglio regionale in occasione dell’ultima seduta. La plenaria, presieduta dal presidente Jacop, si riunirà il prossimo 1° aprile a L’Aquila. Sarà quella l’occasione, insieme a tutti presidenti dei Consigli regionali d’Italia, per approfondire la proposta di riforma della geografia giudiziaria e per affermare il principio che occorre preservare almeno una Corte d’Appello per ogni regione. “E’ opportuno che della questione vengano interessate le istituzioni nazionali per cercare di conservare presidi fondamentali per la nostra regione” è il pensiero del Presidente Cotugno “Ritengo che il lavoro svolto dal Comitato Unitario e dal suo promotore, il dott. Enzo Di Giacomo, abbia prodotto risultati importanti come quelli di aver sollevato nella pubblica opinione la necessità di mobilitarsi in difesa non solo della Corte d’Appello ma anche della stessa autonomia regionale” afferma il presidente Cotugno “Nel contempo confido nel lavoro in atto da parte della deputazione parlamentare molisana affinché il governo nazionale possa inserire nel prossimo disegno di legge il principio che occorre preservare almeno una Corte d’Appello in ogni regione. Voglio ricordare che il Consiglio regionale per ben due volte ha deliberato sulla conservazione degli uffici giudiziari in Molise, dando mandato al presidente della Giunta di mettere in atto tutte le azioni utili al raggiungimento dell’obiettivo di non veder smantellata non solo la Corte d’Appello di Campobasso ma anche gli altri uffici giudiziari di primaria importanza. A questo proposito sento il dovere di ringraziare anche il presidente De Matteis e la collega Fusco Perrella” continua Cotugno “per aver rappresentato le nostre istanze al sottosegretario alla Giustizia, on. Chiavaroli. In questa fase è indispensabile sensibilizzare sulla questione gli organismi nazionali che possono, con proprie decisioni, portare il governo e il parlamento nazionale a decidere in favore del rispetto delle peculiarità regionali. Alla prossima Assemblea dei presidenti nazionali avrò modo di argomentare le nostre ragioni, chiedendo ai colleghi” conclude Cotugno “di deliberare in favore della conservazione in ogni regione di almeno una Corte d’Appello, segno tangibile del rispetto dovuto ai cittadini di tutte le 20 regioni italiane”.

Realizzato da . Copyright 2001-2017.