Commissione regionale pari opportunità

Immagine: 

PRESENTAZIONE

Ho l’onore di presiedere in Molise la Commissione Pari Opportunità istituita nel 2016, con profondo senso di responsabilità mi sento chiamata in una missione rivolta alla diffusione ed alla promozione della pari opportunità ed alla parità di genere nel nostro Molise.

Mi sento fortemente impegnata in un ruolo istituzionale che fino ad oggi non ho mai rivestito, la mia esperienza di vita, quella di donna impegnata nell’ambito imprenditoriale mi pone di fronte ad una realtà dove bisognerebbe sottolineare la mancanza di un presidio sulle tematiche di genere.

Sostenere l’uguaglianza di genere significa essere uniti in quella diversità non solo culturale e valoriale propria di ogni stato, ma anche in quella diversità dovuta al sesso, quella che contraddistingue la donna dall’uomo. Entrambi devono poter percorrere stesse strade, perseguire medesimi obiettivi e godere degli stessi diritti in senso formale e sostanziale, pur nella loro diversità biologica.

La Comunità europea, oggi Unione europea, ha fatto storia in tematiche di genere.

Nel 1979 il Parlamento europeo istituisce una Commissione per i Diritti delle donne che diviene permanente nel 1984; Nel 1991, la Commissione finanzia la prima Lobby Europea delle donne; Nel 2006 il Parlamento europeo e il Consiglio creano l’Istituto europeo per l’ineguaglianza di genere, con sede a Vilnius, in Lituania (EIGE). Il Trattato di Amsterdam (1999) ha avuto il merito di introdurre tra le missioni della comunità europea il principio della parità. I Programmi di Azione contenenti misure atte a incoraggiare cambiamenti sia nel campo del lavoro, della professione che del privato, hanno stimolato gli Stati membri ad adottare legislazioni paritarie nazionali mediante le quali promuovere il cambiamento. Dalla Conferenza di Pechino promossa dalle Nazioni Unite nel 1995, concetti di “Gender Mainstreaming” e “Empowerment” divengono gli obiettivi principali di ogni Programma di Azione. Nel 2007, Anno Europeo delle Pari Opportunità, si è ribadito ancora una volta il concetto “Gender Mainstreaming”, con il quale si indica l’integrazione delle Pari Opportunità all’interno di tutte le politiche generali promosse dalla Comunità. Tra le azioni più recenti intraprese dall’Unione europea vi è la Strategia per la parità tra donne e uomini 2010-2015 che riprende gli obiettivi annoverati nella Carta per le Donne adottata l’8 Marzo 2010. L’impegno contro la discriminazione assume da sempre carattere economico/finanziario/politico e ancora oggi si muove in tale direzione.

La Commissione per la parità e le Pari Opportunità del Molise, ha l’obbligo di muoversi in questa direzione. La nostra comunità, composta anche dal mondo associativo e da esponenti esterni alla rappresentanza politica sottolinea le conseguenze sociali, economiche e culturali che deriverebbero dalla mancanza di un presidio sulle tematiche di genere e riconoscendo pertanto l’importanza strategica della nostra funzione, tanto necessaria per cercare di realizzare la parità tra i generi e  assicurare pari opportunità tra uomo e donna.

La Presidente

M. Gabriella Faccone

Commissione pari opportunità - NEWS

08.01.18

Una mostra per ricordare la figura delle 21 donne che per la prima volta sedettero tra i banchi del Parlamento italiano dopo le elezioni del 2 giugno 1946, le prime dopo il periodo fascista.

29.11.17

Convegno tenutosi a Isernia, dal titolo "Il piglio della v

Realizzato da . Copyright 2001-2018.