Varato il DEFR

Il Consiglio Regionale, riunito oggi sotto la presidenza del Presidente Vincenzo Cotugno, ha iniziato l’esame dei vari provvedimenti che compongono la Manovra Finanziaria 2018 della Regione Molise.
In particolare è stato approvato a maggioranza il “Bilancio di previsione pluriennale del Consiglio Regionale per gli esercizi finanziari 2018-2020”.
Ha illustrato il provvedimento il Relatore, Presidente della I Commissione, Di Nunzio che ha ricordato come il Bilancio dell’Assemblea rappresenta il principale strumento dell’autonomia consiliare e garantisce il corretto e indipendente funzionamento dell’organo legislativo. La proposta di Bilancio, come ha ricordato Di Nunzio, presenta un fabbisogno complessivo di 5.746.750 Euro. Il risultato di amministrazione per l’esercizio 2018 ammonta a 599.284 Euro. Lo stesso Bilancio è stato predisposto in termini di competenza e cassa per l’esercizio finanziario 2018 e in termini di sola competenza per gli esercizi 2019 e 2020.
E’ intervenuto sull’argomento il Consigliere Petraroia.
 Si è passato quindi a esaminare, dopo l’illustrazione fatta sempre dal Consigliere Di Nunzio nella qualità di relatore, il “Documento di economia e Finanza Regionale (DEFR) 2018-2020”.
“La politica regionale –si legge nel Documento- ha posto al centro della propria azione la promozione della crescita intelligente, sostenibile e solidale del Molise, attraverso l’assunzione di tre priorità: Ri-innovare la PA, Ri-lanciare lo sviluppo economico, Ri-pensare la qualità della vita”.
Per la prima priorità denominata “Ri-innovare la PA”  l’attuale Governo regionale –si legge ancora nel Documento- ha individuato da subito, tra le più rilevanti esigenze di intervento, il potenziamento della capacità amministrativa dell’ente, per offrire adeguati livelli nei servizi e per restituire centralità al cittadino. Per raggiungere l’obiettivo lo stesso Esecutivo sta conducendo un’azione integrata di razionalizzazione e – al contempo – di potenziamento dell’organizzazione: sotto il profilo degli adempimenti, dei tempi, delle risorse umane e strumentali, del network. Sono stati attuati e sono tuttora in corso di attuazione interventi volti alla razionalizzazione e semplificazione delle procedure e alla progressiva riduzione della spesa, quali veicoli per garantire coerenza con i vincoli normativi e con le istanze dei cittadini.  
Per la priorità denominata “Ri-lanciare lo sviluppo economico”, invece, la Regione, al fine di dare impulso alla crescita della competitività del territorio e del sistema imprenditoriale, ha attuato politiche di sviluppo che, mediante la valorizzazione delle risorse a valere sui fondi POR FESR-FSE, FEASR e FSC, e facendo leva sui driver dell’innovazione e del sostegno alle imprese, hanno consentito di pianificare e attuare azioni riconducibili a politiche del credito e dell’innovazione, alla buona impresa e all’Accessibilità del territorio.
Infine per la priorità denominata “Ri-pensare la qualità della vita” il Documento si ribadisce il concetto che il miglioramento della qualità della vita dei cittadini molisani, passa attraverso azioni integrate in materia di conoscenza e del lavoro professionalizzante, della sostenibilità nell’utilizzo delle risorse naturali nonché di politiche orientate all’innalzamento dei livelli dei servizi pubblici essenziali e di inclusione sociale. Sull’argomento sono intervenuti i Consiglieri Petraroia e Niro. Il DEFR è stato approvato a maggioranza.
 Vista il numero e la complessità degli emendamenti presentati agli altri provvedimenti della Manovra Finanziaria, e al fine di consentire ad ogni Consigliere di approfondirli opportunamente prima di esprimere il proprio voto, il Presidente Cotugno ha disposto l’aggiornamento della seduta a sabato 20 gennaio alle ore 9.30.
a cura dell'Ufficio Comunicazione Pubblica del Consiglio Regionale del Molise

 

 

categorie: 
attività: 
categorie notizie: 

Realizzato da . Copyright 2001-2018.