62° Anniversario della Tragedia di Marcinelle: Micone, una giornata di profonda riflessione

L' 8 agosto del 1956 il mondo fu scosso dalla tragedia di Marcinelle, una delle più grandi sciagure minerarie della storia che provocò la morte di 262 minatori, 136 dei quali italiani, 7 molisani. Molti di essi erano meridionali emigrati dalla loro terra, che non dava loro pane per vivere e che morirono carbonizzati nell’inferno della miniera belga. Quella mattina di 62 anni fa, nell’infernale cava del Bois du Cazier, erano al lavoro 274 minatori. Un tragico errore umano, purtroppo, fu la causa di una così spaventosa catastrofe.

Il Museo di Bois du Cazier è stato proclamato Patrimonio UNESCO nel 2012 e custodisce un pezzo di storia dell’Umanità, un pezzo di storia del nostro Molise.

“Quella di oggi -  afferma il Presidente del Consiglio Regionale, Salvatore Micone -  è una data simbolo in ricordo del sacrificio del lavoro italiano nel mondo, delle generazioni di italiani che hanno vissuto la gravosa esperienza dell'emigrazione, hanno sofferto per la separazione dalle famiglie d'origine ed affrontato condizioni di lavoro non facili. Deve essere un motivo di meditazione estremamente attuale verso coloro che sono in cerca di opportunità di lavoro e di un futuro, specie i giovani, costretti a lasciare i Paesi d’origine nella speranza di una vita migliore. Ricordo che ci invita a riflettere anche sul tema irrisolto della sicurezza nei luoghi di lavoro, purtroppo ancora di grande attualità soprattutto in Italia”.

“La riflessione – specifica Micone - deve essere da monito e deve rappresentare l’impegno prioritario delle autorità italiane ed europee nella ricerca di politiche di coesione e di occupazione che sollecitano attenzione e strategie partecipate, che sappiano fornire una risposta condivisa, unitaria ed interessata alle grandi emergenze dei nostri giorni  da parte dell'Unione Europea”.

“Per rievocare il ricordo che fu - conclude il Presidente - in occasione di questa giornata commemorativa, questa Presidenza del Consiglio sarà rappresentata, a Marcinelle, dalla Consigliera Filomena Calenda che consegnerà un’epigrafe commemorativa riportante i nomi delle vittime molisane ed i loghi dei Comuni d’origine (Busso, Ferrazzano, Sant’Angelo del Pesco, San Giuliano del Sannio, San Giuliano di Puglia) e che verrà apposta sul Muro del Ricordo nel Museo Le Bois du Cazier”.

a cura del Potavoce del Presidente del Consiglio regionale

Realizzato da . Copyright 2001-2018.