LA LUCE DELLA MEMORIA DI MARCINELLE IN CONSIGLIO REGIONALE

 Prima dell’inizio della seduta consiliare è stato osservato un minuto di silenzio per commemorare la “Giornata del sacrificio del lavoro italiano nel mondo” istituita in memoria della tragedia di Marcinelle avvenuta l’8 agosto 1956. Nella mattinata odierna, la Consigliera Regionale Filomena Calenda di ritorno da Marcinelle, come rappresentante del Consiglio Regionale del Molise, ha voluto omaggiare il Presidente del Consiglio, Salvatore Micone, con una lanterna ad olio utilizzata dai minatori per farsi luce durante il lavoro in miniera. All’ingresso della miniera belga, luogo della sciagura, campeggia la frase:“Dove passa la lampada, deve passare il minatore”. “La lampada – dichiara Micone – rappresenta il simbolo dell'indissolubile legame fra lavoro, abnegazione, ricostruzione ed accoglienza e deve divenire il mezzo che riesca a “fare luce” ad ampio raggio sensibilizzando le autorità nazionali ed europee, le parti sociali, i datori di lavoro sulle emergenze attuali dell’emigrazione e sul tema urgente della sicurezza nei luoghi di lavoro”. “Dalla missione istituzionale in Belgio – precisa la Consigliera Calenda - ho voluto portare nel nostro Molise, l’unico vero simbolo della tragedia di Marcinelle, la lampada ad olio dei minatori affinché rimanga viva la memoria dell’accaduto, nel quale 7 nostri corregionali persero la vita. La lanterna deve guidarci in maniera tale che tutti insieme possiamo riaccendere con speranza e rinnovamento, oggi, in Molise la dignità al diritto al lavoro e garantire, con forte dovere civico, il rispetto delle norme sulla sicurezza evitando sempre più notizie di cronaca di morti bianche sul lavoro”. 

a cura del Portavoce del Presidente del Consiglio Regionale

categorie: 
Giovedì, 9 Agosto, 2018

Realizzato da . Copyright 2001-2018.