Lotta al femminicidio: posizionata nei locali del Consiglio regionale una poltrona rossa, una rosa bianca e delle scarpe abbandonate a simboleggiare il POSTO OCCUPATO

Nella mattinata di oggi, alla presenza delle massime istituzioni del Consiglio regionale e degli organi di informazione, è stata posizionata, nei locali immediatamente attigui all’Aula consiliare, nell’ambito delle azioni contro la violenza sulle donne e il femminicidio, una poltrona rossa, delle scarpe rosse e una rosa bianca a simboleggiare il “posto occupato”. E’ stata anche posta una targa spiegare e ricordare l’iniziativa.

L’evento è stato promosso da un Ordine del Giorno presentato dai Consiglieri Matteo, Romagnuolo N.E. Di Lucente, Tedeschi, D’Egidio, Manzo, Fontana, Iorio, Romagnuolo A., Calenda, Pallante, Fanelli, Cefaratti, Scarabeo e Primiani e approvato all’unanimità dal Consiglio regionale nella seduta dello scorso 23 novembre.

Hanno illustrato l’iniziativa il Presidente del Consiglio regionale, Salvatore Micone, e i sottoscrittori dell’ordine del giorno, che hanno sottolineato come il colore rosso rappresenta la lotta al femminicidio; le scarpe rosse abbandonate ricordano la forza della violenza quando colpisce, mentre la rosa bianca è simbolo del candore del mondo femminile che diventa gradualmente nera, avvelenata da quel male oscuro che è la violenza contro le donne. La poltrona rossa, infine, intende mantenere memoria del posto vuoto lasciato nella società da ogni donna uccisa da un uomo.

.

a cura dell'Ufficio Comunicazione pubblica del Consiglio Regionale del Molise

categorie: 

Realizzato da . Copyright 2001-2018.