comunicato n. 76 del 1 aprile 2019 - seduta Consiglio regionale

Si è tenuto nel pomeriggio di oggi il Consiglio regionale presieduto dal Presidente Salvatore Micone.

L’Assemblea ha approvato il Bilancio consolidato della Regione Molise per l'esercizio finanziario 2016 [DGR 518/2018], e il Bilancio consolidato della Regione Molise per l'esercizio finanziario 2017 [DGR n. 532/2018].

Ha illustrato i due provvedimenti all’Aula il Presidente della I Commissione Adrea Di Lucente. Per quanto riguarda il primo atto approvato, il bilancio consolidato per l'anno d'esercizio finanziario 2016, esso si riferisce -ha sottolineato Di Lucente- al primo anno in cui al documento contabile vengono applicati i principi contenuti nel Decreto Legislativo 118/2011 attraverso il quale all'Ente capogruppo (Regione) viene richiesta la redazione e la successiva approvazione del bilancio consolidato, contenente il bilancio dell'ente capogruppo (comprensivo dell'organismo strumentale della Regione, ovvero del Consiglio Regionale) e quelli degli enti strumentali e delle società controllate e partecipate.  Il bilancio consolidato –ha ricordato Di Lucente- è quindi lo strumento informativo primario di dati patrimoniali, economici e finanziari del gruppo inteso come un’unica entità economica distinta dalle singole società e/o enti componenti il gruppo, che assolve a funzioni essenziali di informazione, sia interna che esterna, funzioni che non possono essere assolte dai bilanci separati degli enti e/o società componenti il gruppo né da una loro semplice aggregazione. L’insieme degli enti e organismi strumentali unitamente alle società controllate e partecipate da un’amministrazione pubblica costituiscono quindi il “gruppo amministrazione pubblica”.

Per quanto riguarda il bilancio consolidato 2017, il relatore Di Lucente ha rilevato come l’esercizio in questione esprime un risultato economico negativo di euro 86.949.079,00. Il risultato economico è, in massima parte, frutto della gestione caratteristica (differenza tra componenti positivi e negativi della gestione) il cui risultato ammonta a euro 12.903.208,00.

La gestione finanziaria mostra un risultato negativo complessivo di euro 8.159.374,00 dovuto principalmente a interessi passivi. La gestione straordinaria mostra un risultato negativo di euro 88.401.963,00 dovuto in gran parte a sopravvenienze passive della capogruppo.

Il patrimonio netto consolidato al 31 dicembre 2017 è positivo per euro 117.540.148 ed è costituito da un valore negativo di euro 102.632.679 derivante dalla gestione consolidata della Regione Molise con il consiglio regionale, in conseguenza della ricostruzione dei valori dell’attivo e del passivo della capogruppo effettuata in occasione dell’introduzione della contabilità economico-patrimoniale a partire dal 2016, e da un valore positivo del patrimonio netto del perimetro di consolidamento per € 220.172.827.

E’ intervenuto nel dibattito il Consigliere Greco.  Il provvedimento è stato approvato con i voti contrari dei Consiglieri Greco, De Chirico,  De Chirico, Fontana, Nola e Manzo.

 

L’Assemblea ha quindi votato all’unanimità un ordine del giorno avente ad oggetto “ripristino fermate dell’ATM presso il Nucleo industriale di Atessa”.

Il provvedimento rappresenta la sintesi di due ordini del giorno (rispettivamente presentati il primo dai Consiglieri Di Lucente, Micone, Matteo, Romagnuolo N.E., Tedeschi e Iorio, il secondo dai Consiglieri Romagnuolo A. e Calenda), una mozione (presentata dal Consigliere Greco) e un’interpellanza (presentata dai Consiglieri Facciolla e Fanelli)  proprio sul tema delle problematiche riscontrate dai lavoratori molisani dopo la riduzione ad una delle fermate nell’area industriale di Atessa.

Prima della votazione hanno presentato i rispettivi atti di indirizzo e rogatori i Consiglieri Di Lucente, Romagnuolo A., Facciolla, Greco. Nel successivo dibattito sono intervenuti anche i Consiglieri  Fontana, Pallante, Fanelli, Manzo e l’Assessore ai Trasporti Niro.

Con l’atto di indirizzo di sintesi approvato da l’Assemblea consiliare si rileva che quotidianamente un numero considerevole di operai molisani -circa un centinaio- si reca nella zona industriale di Atessa (CH) e che dallo scorso 25 marzo, il servizio di trasporto pubblico molisano, ha subito una drastica riduzione. E’ infatti stata garantita una sola fermata presso lo stabilimento della Sevel, sospendendo le altre che consentivano ai lavoratori di raggiungere i rispettivi luoghi di lavoro. Luoghi spesso lontani anche 10 km dall’unica fermata rimasta.

Si prende atto poi che nonostante l’attivazione delle navette della Regione Abruzzo nell’area industriale in questione, gli operai molisani non riusciranno a beneficiare del nuovo servizio offerto in quanto è presente una discrepanza di orari, con una differenza di 15 minuti, tra i turni effettuati dalla Sevel e quelli effettuati dalle imprese dell’indotto. Si sottolinea inoltre che alcuni lavoratori molisani sono stati penalizzati in sede di colloquio occupazionale proprio per le difficoltà di spostamento dai loro centri di residenza alla Val di Sangro.

Visto dunque che il malcontento dei lavoratori è sempre più forte, tanto da avere interessato le sigle sindacali ad incontrare l’ATM e successivamente la Regione Molise, il Consiglio regionale, con l’atto assunto all’unanimità, impegna il Presidente della Giunta regionale e l’Assessore competente a predisporre, nell’ottica di un sempre maggiore efficiententamento del servizio, le modifiche necessarie per addivenire celermente alla risoluzione delle criticità e delle problematiche sollevate dai lavoratori molisani, anche previa indizione di un tavolo di confronto con le parti interessate.

 

Il Consigliere Patrizia Manzo ha  quindi svolto un’interrogazione sullo “stato di realizzazione dell’Acquedotto Molisano Centrale”. Ha dato risposta per l’Esecutivo Regionale l’Assessore al ramo, Vincenzo Niro. L’interrogante non si è dichiarata soddisfatta della risposta ricevuta.

 

L’Assemblea, infine, ha designato all’unanimità componenti del Comitato consultivo sul fenomeno del gioco d’azzardo e della relativa dipendenza i Consiglieri Paola Matteo, con funzioni di Presidente, e Patrizia Manzo.

a cura dell'Addetto Stampa del Consiglio Regionale del Molise (MS)

 

Realizzato da . Copyright 2001-2018.