comunicato n. 82 del 12 aprile 2019 - presentazione pdl n. 61

Presentata, di iniziativa consiliare (*), una proposta di legge regionale (contraddistinta con il n. 61) per la “tutela dei cittadini, in particolare dei minori, dalle conseguenze del consumo di bevande alcoliche”.

La Pdl si prefigge – si legge nella relazione illustrativa- due principali obiettivi:

·         accrescere la percezione culturale dei rischi e delle conseguenze del “bere” trasmettendo unici e adeguati orientamenti soprattutto per la protezione sanitaria dei più giovani e delle donne;

·         accrescere la disponibilità e l’accessibilità di efficaci trattamenti per i soggetti con consumi dannosi e per gli alcoldipendenti conclamati, nonché sorvegliare l’efficacia e l’efficienza degli interventi.

Nel testo proposto sono individuate quindi alcune azioni per il raggiungimento degli stessi obiettivi prefissi come: la riduzione del binge drinking (inteso come consumo episodico eccessivo); la riduzione dell’accesso e della disponibilità delle bevande alcoliche ai giovani; la riduzione dell’esposizione dei giovani alla pubblicità e al marketing delle bevande alcoliche; la riduzione del danno da alcol in gravidanza; l’assicurazione di un ambiente sicuro e salutare ai giovani; il monitoraggio e incrementare la ricerca.

Per tali finalità –come specificato nell’articolato prodotto- sono previsti interventi nelle istituzioni scolastiche e nelle famiglie, cui verrà parallelamente affiancata la creazione di sistemi informativi, formativi e di ricerca sulla salute, sul benessere e sull’abuso di sostanze alcoliche, sia nell’età giovanile che nel periodo che va dall’infanzia all’adolescenza. L’art. 8 della pdl, inoltre, prevede che i comuni, singoli o associati, attivano, nell'ambito delle risorse destinate dal piano socio-assistenziale, appositi centri per la famiglia e l'ascolto giovanile che forniscono informazioni sui servizi e sulle iniziative di supporto e di ascolto ai genitori ed ai figli, anche attraverso la realizzazione di gruppi, corsi, incontri con esperti, consulenze e sostegno mirati alla prevenzione e risoluzione dei problemi legati all'uso ed all'abuso di sostanze alcoliche da parte del figlio minore o adolescente.

La proposta di legge inizia quindi l’iter dell’esame in Commissione per giungere poi, previo parere della stessa, in Aula per la discussione finale.

a cura dell'Addetto Stampa del Consiglio Regionale del Molise (MS)

(*) si applicano le norme dell’impersonalità della comunicazione istituzionale previste dall’art. 9 della legge 22 febbraio 2000, n. 28 (Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica).

Realizzato da . Copyright 2001-2018.