Calendarizzata la pdl sulla rideterminazione dei vitalizi agli ex Consiglieri e Assessori regionali

Si è riunita in mattinata la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi consiliari per discutere degli argomenti di maggiore importanza e urgenza da porre all’attenzione dell’Assemblea Consiliare.

Il Presidente del Consiglio regionale  (*) dopo aver relazionato sull’attività da lui svolta in sede di Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative regionali per il recepimento dell’intesa raggiunta in Conferenza Stato-Regioni per la rideterminazione dei vitalizi, e dopo aver evidenziato come la pdl presentata a firma sua e del Presidente della Regione, avente ad oggetto “disposizioni in materia di rideterminazione degli assegni vitalizi”, sia il frutto di tale coordinamento interistituzionale (Governo e Regioni) sul tema, ha chiesto, al fine di accelerare e facilitare l’iter approvativo della stessa proposta di legge, che venissero ritirate le altre due pdl precedentemente presentate sul medesimo argomento dai Gruppi del M5S e del Pd. I rappresentanti di questi Gruppi, concordando sull’opportunità di procedere sulla strada dell’approvazione veloce del testo normativo entro il 30 maggio, si sono riservati di decidere sul ritiro delle rispettive proposte e sull’opportunità di convogliare la discussione solo sul testo concordato con le altre Regioni.

Si è quindi deciso di programmare per il prossimo 28 maggio una seduta dell’Assise consiliare per discutere della legge sulla rideterminazione dei vitalizi e per procedere anche all’elezione del Collegio dei revisori dei conti dell’Ente regionale (tramite estrazione a sorte), nonché alle nomina e alle designazioni, di competenza del Consiglio stesso, dei rappresentanti della Regione Molise in enti ed organismi da essa dipendenti, in scadenza o già scaduti.

Si è poi stabilito di programmare, per il successivo martedi 4 giugno, una seduta dell’Assemblea interamente dedicata agli atti rogatori, interpellanze e interrogazioni.

Il Capogruppo del Pd (*) ha sollecitato la richiesta già avanzata formalmente per una seduta monotematica del Consiglio regionale sul Contratto di Sviluppo. A riguardo il Presidente Toma ha chiesto qualche giorno di tempo per assumere ulteriori informazioni (anche nella riunione di domani a Roma sull’argomento con il Presidente del Consiglio dei Ministri Conte), per meglio relazionare all’Assemblea consiliare regionale e consentirle di svolgere, su un tema così importante, un dibattito più preciso e consapevole.

a cura dell'Ufficio Comunicazione pubblica del Consiglio Regionale del Molise (MS)

(*) al presente comunicato stampa si applicano le norme dell’impersonalità della comunicazione istituzionale previste dall’art. 9 della legge 22 febbraio 2000, n. 28 (Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica).

Realizzato da . Copyright 2001-2019.