comunicato stampa n. 168 del 12 luglio 2019 - presentazione pdl n. 78

I Consiglieri Paola Matteo e Gianluca Cefaratti hanno presentato una proposta di legge –contraddistinta con il n. 78- concernente: “Disposizioni per la promozione e la valorizzazione delle espressioni artistiche di strada”.

La pdl –come si evidenzia nella relazione illustrativa- è finalizzata a dare al Molise una normativa regionale organica in materia di espressioni artistiche di strada. L’arte di strada –si aggiunge nella relazione-, tradizione del passato glorioso che ha formato artisti e intellettuali del calibro di Dario Fo e Philippe Petit, è una di quelle forme artistiche che vanno dritte verso lo spettatore, senza intermediazioni, raggiungendo tutti coloro i quali hanno meno occasioni di recarsi nei teatri e nelle sale da concerto.

L’art. 1 della pdl, nello statuire che la Regione riconosce il valore e la nobile tradizione dell’arte di strada, dichiara il territorio molisano ospitale verso tutte le espressioni artistiche di questo tipo, considerandole, altresì, un valore aggiunto alla caratterizzazione dell’offerta turistica regionale. Vendono quindi definite “espressioni artistiche di strada2, tutte le attività proprie delle arti, svolte liberamente da artisti in spazi aperti al pubblico. L’art. 3 prevede poi che la Regione promuova l’ospitalità sul territorio di espressioni artistiche di carattere musicale, teatrale, figurativo ed espressivo nel senso più ampio e libero, svolte in spazi aperti. Per tali finalità può stipulare anche accordi o intese con le compagnie di trasporto per incentivare la mobilità degli artisti di strada provenienti da altre regioni.

L’art. 5 affida ai Comuni il compito di indicare, attraverso l’emanazione di opportuni regolamenti, i luoghi più idonei e consoni dove possono essere svolti gli spettacoli di strada. Nelle more dell’adozione di tali regolamenti, il comma 2 dello stesso articolo 5, prevede che dette attività espressive artistiche si intendono esercitabili liberamente su tutto il territorio comunale. L’art. 6 prevede, inoltre, che la regione possa organizzare festival o manifestazioni, anche itineranti, per promuovere e valorizzare espressioni artistiche di strada. Promozione che può avvenire anche attraverso concorsi a premi realizzati in accordo tra Regione e Comuni. Per la valorizzazione delle “espressioni artistiche di strada”, viene infine prevista l’istituzione della “Consulta regionale per la valorizzazione delle espressioni artistiche di strada”. La Consulta, composta dal Presidente del Consiglio regionale, dall’Assessore regionale al Turismo e Cultura e dal Presidente della fondazione “Molise Cultura”, svolge attività di monitoraggio sugli esiti delle attività di promozione e valorizzazione delle espressioni artistiche di strada, formulando proposte finalizzate a migliorare la capacita di partecipazione locale e di attrazione turistica delle attività programmate.

La proposta di legge passa all’esame della Commissione Consiliare competente, per l’espressione del parere di rito, per poi giungere all’attenzione del Consiglio regionale per le determinazioni finali.

 

Campobasso, 12 luglio 2019

a cura dell'Ufficio Comunicazione pubblica del Consiglio Regionale del Molise (MS)

 

Realizzato da . Copyright 2001-2019.