Comunicati dei Gruppi Consiliari

M5S - Nessuno tocchi la Democrazia. Alcune cose non hanno prezzo

La partecipazione politico-amministrativa dei cittadini è un diritto garantito dalla Costituzione. Aderire alla indizione di un referendum non significa appoggiarlo ma garantire un diritto ai cittadini. Si possono più o meno condividere i quesiti, le argomentazioni a sostegno per il Sì o per il No saranno affrontate nella campagna informativa, ma nessuno svilisca la democrazia diretta. Per questo il MoVimento 5 Stelle Molise sostiene le iniziative referendarie dei comitati “TermoliDecide” e “partecipaTErmoli”.

M5S - Appalti, corruzione e dissesto idrogeologico: avevamo visto giusto

Da anni diciamo che qualcosa non va nell’assegnazione dei fondi, lo avevamo fatto presente a varie Procure e alla Camera. Ora una inchiesta ribadisce i nostri stessi dubbi. Il presidente della Regione è commissario del Governo per il dissesto: cosa ha fatto per tutelare i cittadini? Avevamo visto prima, avevamo visto giusto; denunciandolo in Consiglio Regionale, in pubblica piazza e alla Procura delle Repubblica.

M5S - Sono loro i veri eroi

Alla gogna i carnefici, ma senza dimenticare le vittime: senza dimenticare chi non abbassa la testa. Il MoVimento 5 stelle Molise è vicino ai quattro giovani che hanno scelto di denunciare l’ennesimo caso di corruzione che ancora una volta ha infangato l’immagine del Molise. Da notizie di stampa apprendiamo che un funzionario della Regione, presidente di una Onlus accreditata per gestire i bandi del Servizio civile, avrebbe chiesto un “contributo” di 500 euro ai giovani molisani in cambio della manomissione della graduatoria per svolgere Servizio per dodici mesi.

M5S - Formazione, la Regione concede quasi un milione di euro. Intanto più di cento lavoratori vanno a casa

Può una Regione spendere un milione di euro per formare giovani in un settore alle prese con il possibile licenziamento di oltre 100 lavoratori? Può farlo elargendo soldi pubblici a progetti identici, giunti nello stesso istante e che collaborano con la stessa società? In Molise, a quanto pare, sì. Il Movimento 5 Stelle ha presentato un’interpellanza per far luce sull’attribuzione dei voucher formativi per l’occupazione 2015.

M5S - Egam e Acqua pubblica, accolte tutte le proposte del Movimento 5 Stelle

• Acqua bene comune e diritto universale • Ciclo integrato dell’acqua pubblico, partecipato, sostenibile e solidale

• Legge di riordino del settore

• Regime di compensazione per i Comuni che ora pagano di meno e per quelli virtuosi

• Costi gestionali minimi per la struttura dell’Ente di governo

• Gestione del sistema idrico integrato affidata a un soggetto interamente pubblico

M5S - Egam, la parola ai sindaci in un incontro pubblico

La parola ai sindaci. Con l’istituzione dell’Egam i Comuni sono chiamati a decidere: non l’hanno fatto prima con le AATO, devono farlo ora con l’Egam. Spetta a loro, infatti, scegliere la forma di gestione del Servizio Idrico Integrato. Hanno un mandato elettorale, hanno una responsabilità enorme: garantire acqua a tutti, ad un prezzo ragionevole, senza fare profitto ma mirando alla sostenibilità. Parliamone giovedì 1 ottobre in un incontro pubblico.

M5S - Biomasse, avevamo visto giusto

Le sentenze del Tar Molise che rigettano le richieste milionarie di risarcimento avanzate da chi voleva realizzare due centrali a biomasse nell’area del Matese premiano la lungimiranza del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale. Un successo che riporta alla mente mesi di presidi, ricorsi, manifestazioni e lunghe discussioni in Aula, con la presenza importante dei cittadini dell’area matesina, i veri vincitori di tutta questa storia, ma anche dei tanti attivisti del MoVimento in zona.

M5S - Cosib, ennesima beffa ai danni dei cittadini

Il Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Valle del Biferno sembra ormai divenuto un bancomat: nuovo esempio di sperpero di denaro pubblico. Era il 4 novembre del 2013 quando il Consiglio direttivo del Cosib (cui facevano parte i sindaci Antonacci, Camilleri, Mascio e Plescia, in rappresentanza dei Comuni di Guglionesi, Campomarino, Portocannone e Ururi, oltre alla consigliera termolese Di Guglielmo) aboliva per i propri membri il gettone di presenza di € 400,00 per tramutarlo in stipendio mensile da € 1.600,00.

M5S - Sanità: presidente Frattura, è l’ora delle scelte

L’immobilismo sul rinnovo dei contratti ai medici precari può creare problemi di tenuta a diversi ospedali, soprattutto al Cardarelli: è ora di chiedere al Tavolo tecnico una deroga oppure già da ottobre diverse strutture andranno in difficoltà a causa della carenza di personale. Non è allarmismo, è il dovere di informare i cittadini e prevenire ogni rischio in un settore delicato come quello della Sanità. Sono ben 170 i medici precari con contratto in scadenza il prossimo 31 dicembre.

Pagine

Abbonamento a RSS - Comunicati dei Gruppi Consiliari

Realizzato da . Copyright 2001-2017.