Il Consigliere Fanelli presenta una proposta di legge per inserire nello Statuto regionale i riferimenti alla Resistenza e al valore dell’antifascismo quali radici culturali da cui sono nate la Repubblica Italiana e la sua Costituzione

Il Consigliere Micaela Fanelli ha presentato una proposta di legge regionale avente ad oggetto “Modifiche alla legge regionale 18 aprile 2014, n. 10 (Statuto della Regione Molise)”.

Ormai troppo spesso - argomenta il Consigliere Fanelli nella relazione illustrativa della pdl- il territorio Italiano, e anche della nostra regione, viene offeso da orgogliose  rivendicazioni neofasciste da parte di organizzazioni o di singole persone”.

Si pone dunque in quest’ottica la proposta di legge di modifica statutaria presentata dalla Fanelli, che intende inserire espressamente nello Statuto della Regione il riferimento alla Resistenza e al valore dell’antifascismo quali radici culturali da cui sono nate la Repubblica Italiana e la sua Costituzione.

In particolare l’iniziativa legislativa prevede la modifica degli articoli 1 e 2 dello Statuto regionale:

  • all’art. 1, comma 1, al testo originario “Il Molise è Regione autonoma nell’unità e indivisibile della Repubblica italiana”, si chiede venga aggiunto “nata dalla Resistenza” (del rimanente contenuto del comma non viene chiesto alcun cambiamento).
  • all’art. 2, comma 1, si propone che al testo attuale “La Regione si fonda sui valori della democrazia repubblicana”, venga aggiunto “dell’antifascismo, della partecipazione, del pluralismo” (del rimanente contenuto del comma non viene chiesto alcun cambiamento).

La proposta di modifica statuaria passa ora all’esame della Commissione consiliare competente che, dopo l’esame istruttorio e l’espressione del parere di competenza, la invierà all’attenzione del Consiglio regionale per le determinazioni conclusive.

Campobasso, 20 ottobre  2021

a cura dell'Ufficio Comunicazione pubblica del Consiglio Regionale del Molise (MS)

 

Realizzato da . Copyright 2001-2020.