IL CONSIGLIERE DI LUCENTE PRESENTA UNA PROPOSTA DI LEGGE PER IL RICONOSCIMENTO DA PARTE DELLA REGIONE MOLISE DELLA FIBROMIALGIA QUALE MALATTIA INVALIDANTE SOSTENENDONE LA PREVENZIONE, LA DIAGNOSI E LA CURA

“Disposizioni in favore delle persone affette da fibromialgia”, è il titolo della proposta di legge -contraddistinta con il n. 195- presentata dal Consigliere regionale Andrea Di Lucente.

La fibromialgia – spiega il presentatore nella relazione illustrativa- è una patologia caratterizzata da dolori muscolari diffusi, associati ad affaticamento, rigidità, problemi di insonnia, di memoria e alterazione dell’umore. Il Sistema Sanitario Nazionale, e di conseguenza anche quello regionale, attualmente non riconosce la fibromialgia come una patologia, pur essendo la stessa fortemente invalidante.

L’iniziativa legislativa, dunque, mira proprio al riconoscimento da parte della Regione Molise della fibromialgia come malattia invalidante sostenendone la prevenzione, la diagnosi e la cura.

A tal fine la Regione, nel rispetto della normativa statale, -si legge nell’articolato- promuove e realizza un sistema integrato di prevenzione, diagnosi e cura al fine di assicurare ai soggetti affetti da fibromialgia l’erogazione di prestazioni uniformi, appropriate e qualificate, nonché favorisce il loro inserimento nella vita sociale e lavorativa. Prevista, per tali finalità, anche la costituzione di un Comitato scientifico, per monitorare le esigenze sia mediche che dei pazienti, e un registro regionale della malattia, per avere un costante monitoraggio sulla sua incidenza in Molise.

La Regione, in aggiunta, promuove anche un coinvolgimento delle associazioni e del terzo settore, vista la specificità della malattia che non ha necessità solo di essere seguita a livello sanitario, ma soprattutto a domicilio e in aspetti che non attengono soltanto all’ambito delle cure. Prevista, infine, la individuazione di un Centro di riferimento regionale per il coordinamento del sistema integrato di prevenzione, diagnosi e cura della fibromialgia.

La proposta di legge passa ora all’esame della Commissione consiliare competente che, dopo l’esame e l’espressione del parere di competenza, la invierà al Consiglio regionale per le determinazioni conclusive.

Campobasso, 10 agosto 2022

a cura dell'Ufficio attività istituzionali della Presidenza del Cosniglio e Comunicazione pubblica (MS) 

Realizzato da . Copyright 2001-2020.